Ecco l’angel di Dio. (#Dante, Purgatorio, canto II, vv. 10-30)

leonardolugaresi

Abbiamo già notato, di sfuggita, che la prima cosa da fare, qui nel Purgatorio, non è mettersi a scalare la montagna, come forse noi, se fossimo finalmente usciti dall’inferno, penseremmo. Secondo l’ordine impartito da Catone, la prima cosa è scendere fino alla riva del mare per per compiervi un duplice rito: purificarsi e cingersi col giunco. Mentre i due pellegrini vi si recano, avevamo colto un’ombra di perplessità nel loro andare: Noi andavam per lo solingo piano / com’om che torna a la perduta strada, / che ‘nfino ad essa li pare ire in vano (I, vv.118-120). “Quand’è che si comincia a camminare sul serio?”. La stessa identica nota il poeta la intona all’inizio del II canto, con un parallelismo che più voluto di così non potrebbe essere: Noi eravam lunghesso mare ancora, / come gente che pensa a suo cammino, / che va col cuore e col corpo dimora

View original post 657 altre parole

«Padre Pio era un’istituzione di “pronto intervento”»

FERMENTI CATTOLICI VIVI

Mons. Pierino Galeone, fondatore dei Servi della Sofferenza e figlio spirituale di Padre Pio racconta la sua esperienza diretta col santo del Gargano.

Padre Pio aveva il dono di sanare gli inguaribili e di convertire i peccatori, di prorogare il tempo della morte e di conoscerne perfettamente il giorno, di sapere il luogo dove si trovavano le anime dei defunti e, addirittura, di accompagnarle egli stesso in Paradiso.

Lottava con Satana e cacciava i demoni, scrutava i cuori, scrutava gli animi e illuminava le menti più con la testimonianza che con i discorsi.

Conosceva la vita di tanti, la storia della Chiesa e dell’umanità. A molti prediceva il futuro. Seguiva i buoni e i cattivi, i vicini e i lontani, i sani e i malati.

Stava a fianco dei moribondi, come è avvenuto per mia madre, e al capezzale di innumerevoli ammalati: negli ospedali, nelle case private, nei campi di…

View original post 265 altre parole

Il rapporto del Congresso conclude che la Cina avrebbe potuto facilmente prevenire la pandemia

Neovitruvian's Blog

Un nuovo rapporto dei membri del GOP della commissione per gli affari esteri della Camera ha concluso che la Cina ha coperto la pandemia del coronavirus e non è riuscita a seguire le linee guida sanitarie internazionali che avrebbero probabilmente prevenuto la pandemia globale.

Il rapporto, pubblicato lunedì, conclude che “è molto probabile che la pandemia in corso avrebbe potuto essere prevenuta” se la Cina fosse stata trasparente dopo l’inizio dell’epidemia a Wuhan.

“Non c’è dubbio che il [Partito Comunista Cinese] si sia attivamente impegnato in un insabbiamento progettato per offuscare i dati, nascondere le informazioni rilevanti sulla salute pubblica e sopprimere medici e giornalisti che hanno tentato di mettere in guardia il mondo”, osserva il rapporto.

“La ricerca mostra che il PCC avrebbe potuto ridurre il numero di casi in Cina fino al 95% se avesse adempiuto ai propri obblighi ai sensi del diritto internazionale e avesse risposto…

View original post 494 altre parole

È ora di discutere il tabù del Vaticano II

Concilio Vaticano II

Mons. Carlo Maria Viganò spiega perché il Concilio Vaticano II non può e non deve essere un tabù.

di Marco Tosatti (21-09-2020)

Carissimi Stilumcuriali, il dibattito sul Concilio Vaticano II si arricchisce di un altro tassello. È la lettera che mons. Carlo Maria Viganò indirizza a Peter Kwasnieski, scrittore e compositore USA, di cui, per puro caso, abbiamo appena pubblicato una conferenza sulla messa. Buona lettura.


Il commento di Peter Kwasniewski dal titolo Perché la critica di Viganò sul Concilio va presa sul serio mi ha molto colpito. Apparso su OnePeterFive il 29 Giugno scorso, è rimasto tra gli articoli che avrei voluto commentare: mi appresto a farlo ora, ringraziando l’autore e la redazione per lo spazio che mi vorranno concedere.

Anzitutto mi pare di poter condividere praticamente tutto il contenuto di quanto scritto da Kwasniewski: l’analisi dei fatti è estremamente chiara e lucida, e rispecchia esattamente il mio pensiero…

View original post 3.023 altre parole

La Madonna delle Rose e la promessa delle visite

Cristianesimo Cattolico

C’è un luogo ormai quasi sconosciuto agli italiani, dove accaddero e accadono prodigi, grazie e conversioni. A San Damiano, nel piacentino, mamma Rosa incontrò la Vergine Maria, che oltre a guarirla le diede messaggi per il mondo. Ancora oggi sgorga una fonte d’acqua miracolosa e la Madonna viene ogni primo venerdì, sabato e domenica del mese.

View original post 2.195 altre parole

Che cos’è un rito? Una cosa seria, che va fatta “come si deve”. (#Dante, Purgatorio, canto I, vv. 94-136)

leonardolugaresi

Che Catone non sia il “guardiano del Purgatorio”, come pigramente si continua a ripetere da tanti, è reso evidente ai miei occhi da come egli si comporta dopo aver saputo che il viaggio di Dante è voluto dal cielo. La differenza dai gorilla della security che avevamo visto in azione all’inferno è abissale: quelli, una volta capito che non è affar loro, spariscono: come piccoli burocrati che ti respingono allo sportello perché il modulo che gli presenti non è quello giusto (“il sistema non me lo prende”) e non gliene frega niente di te e di tutto il mondo, e se invece hai il timbro che ci vuole ugualmente non gliene frega niente di te e di tutto il mondo. Invece un uomolibero, che interviene quando teme che sia successo qualcosa di sbagliato («Son le leggi d’abisso così rotte?»: “Law and Order!”, se mi permettete la citazione quanto mai politicamente…

View original post 951 altre parole