PREGHIERA AL CUORE EUCARISTICO DI GESU’

DI LEONE XIII

Cuore Eucaristico di Gesù, dolce compagno del nostro esilio,

io Vi Adoro Cuore Eucaristico di Gesù – Cuore solitario –

Cuore umiliato – Cuore derelitto – Cuore dimenticato – Cuore disprezzato – Cuore oltraggiato – Cuore disconosciuto dagli uomini – Cuore amante i nostri cuori – Cuore supplicante di essere amato – Cuore paziente ad attenderci – Cuore premuroso di esaudirci – Cuore desideroso di essere pregato – Cuore fonte perenne di nuove grazie – Cuore silenzioso che volete parlare alle anime – Cuore dolce rifugio della vita nascosta – Cuore maestro dei segreti dell’unione divina – Cuore di colui che dorme, ma sempre veglia – Cuore Eucaristico di Gesù abbiate pietà di noi. Gesù Ostia, io voglio consolarvi – io mi unisco a Voi – io voglio dimenticarmi per pensare a voi – Essere dimenticato e disprezzato per amor vostro – non essere compreso ed amato che da Voi – mi tacerò per Ascoltarvi e mi lascerò per perdermi in voi. Fate che io sollevi così la vostra sete della mia salute, la vostra sete ardente della mia santità, e che, purificato, io vi renda un puro e vero amore. Io non voglio più stancare la vostra attesa, prendetemi, io mi do a Voi – io vi consegno tutte le mie opere, il mio spirito per illuminarlo, il mio cuore per dirigerlo, la mia volontà per fissarla, la mia miseria per soccorrerla, l’anima mia e il mio corpo per nutrirli. Cuore Eucaristico del mio Gesù, il cui sangue è la vita dell’anima mia,che io più non viva, ma vivete solo in me. Così sia.

Questa preghiera la dico ogni giorno in questo mese di giugno dedicato al Sacro Cuore di Gesù. Stiamo vivendo un tempo tanto difficile ed abbiamo più che mai bisogno della protezione e dell’assistenza del Sacro Cuore di Gesù. Maria Grazia Miccheli

Il canto della cupidigia (#Dante, Purgatorio, canto XX, un po’ alla svelta)

leonardolugaresi

Meravigliosa semplicità di Dante, che non ha paura di leggere tre secoli di storia politica d’Europa con l’unica e risolutiva chiave della cupidigia, cioè della brama di possesso. Ci provasse oggi, passerebbe da imbecille agli occhi dei colti e degli intelligenti di questo mondo (i sacerdoti della complessità!): magari non quest’anno del centenario, in cui bisogna trattarlo da “venerato maestro”, ma senz’altro l’anno prossimo, quando sarà declassato a “solito stronzo”. Oltretutto, nel suo racconto infila anche un po’ di fake news, come quella che Ugo Capeto fosse «figliuol […] d’un beccaio di Parigi» (v. 52) o l’altra che Carlo d’Angiò avesse fatto ammazzare san Tommaso d’Aquino (v. 69), quindi sarebbe immediatamente debunkerato sui siti giusti e messo alla gogna sui social (e chissà, poi si muoverebbe anche qualche procura … l’apertura di un fascicolo non si nega a nessuno).

Però nella sostanza ha ragione lui: il punto…

View original post 748 altre parole

Il “Caso Alvaro Obregon/José Toral”, la tirannide & il tirannicidio

don Curzio Nitoglia

Introduzione

Il sacerdote professor Luigi Ziliani, ha scritto un bel libretto di 120 densissime pagine sulla Cristiada, intitolato Cristeros: Messico Martire. Storia della persecuzione (Bergamo, Società Editrice Sant’Alessandro, 1929), in cui si sofferma su «l’affare Obregon/Toral», che torna oggi alla ribalta in maniera più attuale che mai.

La storia del castigo di obregon

Il 17 luglio del 1928, José de Leon Toral uccise il generale Alvaro Obregon (1880-1928), che era appena stato eletto (per la seconda volta) Presidente del Messico, dopo aver sconfitto – il 2 luglio 1928 – Plutarco Elias Calles (1877-1945), che era stato nominato Presidente nelle precedenti elezioni del 6 luglio 1924.

La dottrina cattolica sul tirannicidio

I – Il tiranno temporale

Nell’XI sec., Manegold da Lautenbach1, equiparava il tiranno temporale “a un guardiano di porci; se il pastore, invece di far pascere i porci, li ruba, li uccide o li smarrisce, è…

View original post 4.058 altre parole