Benvenuti nel mondo capovolto: paradossi del politicamente corretto

twelveshields

Secondo i benpensanti del M5S: la visione dell’aborto è raccapricciante, praticarlo è invece cosa buona, giusta e finanziata dalla collettività.

Un insegnante del liceo Galileo Galilei di Monopoli (BA), dopo aver invitato, lo scorso 4 dicembre, il MPV a parlare di interruzione di gravidanza, ha mostrato, durante l’ora di religione, ai propri alunni il documentario “L’urlo silenzioso” del 1984.

La lodevole iniziativa ha invece suscitato la durissima reazione di due deputati del M5S: Veronica Giannone e Luigi Gallo, che hanno presentato un’interrogazione al ministro Bussetti, contro quella che hanno definito una cruenta lezione pro vita.

E’ significativo chiedersi perché il documentario “L’urlo silenzioso”, che a suo tempo provocò la conversione del famoso medico abortista americano Bernard Nathanson (1926 – 2011), disponibile su internet da oltre 30 anni e già mostrato in numerose occasioni in scuole e oratori, sia da costoro ritenuto vietato ai minori di 18 anni, quando invece ai nostri minorenni…

View original post 279 altre parole

Un pensiero riguardo “Benvenuti nel mondo capovolto: paradossi del politicamente corretto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...