STORIA DI SANT’ANTONIO ABATE

TRA FEDE E NATURA

antonio_animali

S. Antonio Abate, viene festeggiato 17 gennaio ed è il protettore degli animali.

Viene sempre raffigurato con molti animali domestici attorno e questo binomio era così profondo nell’immaginazione popolare che, quando un animale si ammalava veniva detto “un santantonio”.

Nell’ iconografia, spesso accanto al Santo arde sempre un fuoco: “il fuoco di S. Antonio” in riferimento alla dolorosa infiammazione virale, l’herpes zoster, così comunemente chiamata; anticamente per  la guarigione si invocava Sant’Antonio Abate che aveva sopportato nel suo corpo piaghe dolorosissime scatenate da Satana, proprio come un fuoco infernale.

Numerosi ospedali (Ospedali del Tau) sorsero in tutta la cristianità per curare questa temibile malattia. I corpi piagati venivano unti con il grasso di maiale dagli abati detti Antoniani che si erano specializzati nella cura degli infermi.

Questi Abati Antoniani venivano chiamati anche “Cavalieri del tau”, per la loro divisa che era formata da una veste e da un manto neri…

View original post 762 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...