Secondo un virologo italiano la risposta al Coronavirus e` stata rallentata dalla preoccupazione di essere “razzisti”

Neovitruvian's Blog

Un virologo italiano afferma che il tentativo del paese di non apparire “razzista” nei primi tempi dell’epidemia di coronavirus ha paralizzato la capacità di rispondere adeguatamente alla pandemia.

Il professor Giorgio Palù, professore di virologia e microbiologia all’Università di Padova, ha dichiarato alla CNN che le misure per imporre restrizioni sui viaggi e i controlli alle frontiere sono state prese troppo tardi a causa del politically correct.

“C’era una proposta per isolare le persone provenienti dall’epicentro, provenienti dalla Cina”, ha detto Palù alla CNN. “Poi e` stato considerato razzista, ma erano persone provenienti dal centro dell’epidemia”.

L’Italia è ora il paese più colpito al mondo in termini di decessi per coronavirus, con migliaia di persone che hanno perso la vita.

La necessità di minimizzare il potenziale “razzismo” e “stigmatizzazione” in risposta al coronavirus e` una politica approvata dalla stessa Organizzazione mondiale della sanità in numerose occasioni e adottata dal…

View original post 172 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...