“Ergo parietes faciunt christianos?”. Sant’Agostino racconta una storia che forse ci riguarda.

leonardolugaresi

Nell’ottavo libro delle Confessioni Agostino racconta un episodio che forse può indurci a qualche riflessione pertinente alla difficile situazione in cui la chiesa si trova oggi. È una storia vera, che lui ha appreso da un testimone diretto, il prete Simpliciano (mentore e poi successore di Ambrogio sulla cattedra milanese), ed ha per protagonista il filosofo Mario Vittorino, il più grande intellettuale dell’Italia di quel tempo, di cui Simpliciano era stato amico durante il suo soggiorno a Roma.

Di formazione e, fino a tarda età, anche di professione religiosa pagana, Vittorino era un uomo onestamente aperto alla conoscenza del cristianesimo: «leggeva la Sacra Scrittura e faceva studi accuratissimi e approfonditi su tutte le opere degli autori cristiani» e così, studiando seriamente, si era convinto della sua verità. Diceva pertanto all’amico prete, non in pubblico ma riservatamente: «Sappi che io sono già cristiano». L’altro, che non era uno di quei prelati…

View original post 425 altre parole

Un pensiero riguardo ““Ergo parietes faciunt christianos?”. Sant’Agostino racconta una storia che forse ci riguarda.

  1. Hey would you mind sharing which blog platform you’re working with?
    I’m going to start my own blog in the near future but
    I’m having a hard time deciding between BlogEngine/Wordpress/B2evolution and Drupal.
    The reason I ask is because your design seems different then most blogs and I’m looking for something unique.
    P.S Apologies for being off-topic but I had to ask!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...