IL BELLO DELLA LITURGIA : L’Odigitria e l’Eleousa, il fascino delle icone di Maria

TRA FEDE E NATURA

odigitria-bologna-eleousa-cambrai-cr-large

Margherita del Castillo 2 maggio 2020

Tra i vari tipi d’icona che raffigurano la Madonna, l’Odigitria, colei che indica la strada (Gesù), è da sempre una delle più venerate in Oriente e Occidente. Anche a Bologna, nel Santuario di San Luca, se ne può ammirare una. Bellissima pure l’Eleousa, la Madonna della Tenerezza, che ben esprime il legame d’amore tra Madre e Figlio. Esempio ne è l’icona custodita a Cambrai e cara a santa Bernadette.

Ave o Maria, piena di grazia, il Signore è con te…”

MP ΘY è l’abbreviazione, in caratteri greci, che sintetizza il concetto di Meter Theou, da tradurre in “Madre di Dio”. Solitamente i due digrammi, rigorosamente su fondo oro, affiancano la figura della Vergine nelle icone antiche che la tradizione cristiana attribuisce alla mano dell’evangelista Luca, presunto autore del primo ritratto della Madonna, da cui tutte le altre sue immagini dipinte sarebbero, nei secoli, derivate…

View original post 419 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...