Coronavirus e S. Comunione. Chi vuol essere amico del Signore?

Luce che sorge

Gesù davanti a Pilato

Nel mattino del primo Venerdì Santo, il Venerdì della Passione di Cristo Nostro Signore, i Giudei mondani rivelano tutta la malvagità del loro animo. Il Signore Gesù, Dio fattosi uomo per la nostra salvezza e redenzione, è in piedi vicino a Pilato, il governatore romano della Giudea.

Pilato, pur mancando del coraggio cristiano, comprende che i capi religiosi e gli anziani di Gerusalemme gli hanno consegnato Gesù «per invidia» (Mt 27,18). La sua stessa consorte, Claudia, gli manda a dire: «Non avere a che fare con quel giusto; perché oggi fui molto turbata in sogno, per causa sua» (v. 19). Pilato vorrebbe liberare Gesù. Tuttavia, quel clero miserabile incita la folla al tumulto contro Cristo, e a gridare ripetutamente: «Sia crocifisso!».

Nella loro prostituzione al mondo, quei Giudei arrivano a rimproverare Pilato, dicendogli: «Se liberi costui, non sei amico di Cesare! Chiunque infatti si fa re si mette contro Cesare»…

View original post 533 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...