La miseria di Adamo e la televisione (#Dante, Inferno, canto XXX, seconda parte)

leonardolugaresi

«Guardate e attendete / a la miseria del maestro Adamo» (vv. 60-61).

Sarà bene fare attenzione sia al titolo che al nome. Dante è parco nell’uso dei titoli, ma proprio per questo hanno un peso: «siete voi qui, ser Brunetto?»; «poeta fui e cantai di quel giusto» … Qui dice «maestro Adamo»: maestro, cioè magister, vuol dire un accademico, un dottore dell’università, il titolare di un sapere “istituzionale” riconosciuto e rispettato. Perciò, se leggiamo nelle note che questo tale fu assoldato dai conti Guidi di Romena per metter su una zecca di fiorini falsi, non deve venirci in mente, come paragone, il volgare “tecnico” di una banda di falsari o di narcotrafficanti, ma piuttosto uno scienziato, uno di quelli che oggi dispensano dalle cattedre mediatiche il loro verbo inappellabile: un virologo! (per dire il non plus ultra) o un genetista; comunque uno che, in camice bianco e…

View original post 930 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...