La dittatura del politically correct avanza. Premi Oscar solo a film “inclusivi”

Non Konforme

Il mondo del cinema e dello spettacolo si è ormai inginocchiato alla dittatura del pensiero unico e va verso l’omogeneizzazione dei contenuti. Sembra essere questo il messaggio che arriva dall’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, l’organizzazione che si occupa dello sviluppo dell’industria cinematografica americana e internazionale e che ogni anno assegna i tanto ambiti premi Oscar.

Un po’ come da mesi fa il nostro governo, anche oltreoceano è stata istituita una task force, stavolta col compito di individuare i nuovi criteri inclusivi per l’ammissione dei film al concorso, dopo le accuse di razzismo.

Il gruppo di esperti ha deciso che per poter concorrere al premio Oscar, i film dovranno rispettare gli standard sia nell’ambito delle immagini destinate al pubblico, per quanto concerne attori e storie raccontate, sia nel dietro le quinte, dove dovranno essere rispettati i principi di inclusività per la composizione della troupe e per…

View original post 428 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...