Un paese senza. Ma proprio senza.

leonardolugaresi

Questa mattina mi è venuta la curiosità di sapere chi sia questo Cotticelli di cui si parla. Zuccatelli lo conosco già, grazie, perché simmo ‘e Napule paisà. Per la serie: cesenati che si fanno onore nel mondo. Ma Cotticelli non l’avevo mai sentito nominare.

Ho aperto una pagina online del Sole24ore dove ho trovato che per tre volte lo definiscono «generale dei carabinieri in pensione». Una volta, per la precisione, «generale di corpo d’armata dei Carabinieri in pensione». Mi sono immaginato i corpi d’armata di pensionati (vecchi marescialli col catetere, brigadieri col bastone e la protesi acustica …) comandati da Cotticelli e ho avuto chiara (e terrificante) la visione di un paese senza, come titolava Arbasino un suo libro di quarant’anni fa (quando l’Italia era “con”, altro che “senza” rispetto ad oggi!).

Un paese dove nessuno sa più fare il suo lavoro: i commissari alla sanità non sanno…

View original post 46 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...