«Nel ventre tuo si raccese l’Amore»: Maria concepisce Gesù.

leonardolugaresi

Altro che dantedì, oggi è l’Annunciazione. Una festa più importante del Natale, in un certo senso, perché l’incarnazione di Dio, a ben vedere, inizia con il concepimento, non appena con la venuta alla luce del Figlio.

Contempliamolo, questo inizio, quando il Dio incarnato è ancora solo un ovulo nel ventre di Maria fecondato dalla potenza dell’Altissimo che ha steso su di lei la sua ombra (Lc 1,35), e la salvezza è tutta lì. Maria oggi “concepisce” il Figlio, ma davvero nel duplice senso che noi diamo a questo verbo. Ogni fatto umano, per essere tale, dev’essere accompagnato da una qualche coscienza di sé. Chi originariamente “concepisce”, cioè “pensa” il fatto della salvezza del mondo operata dal Verbo che si fa carne? Chi ne ha la “concezione” originaria? Maria, la madre. Lei sola. Sì, c’è accanto a lei anche Giuseppe, ma lui quel mistero è come se lo “guardasse” (di nuovo…

View original post 293 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...