«È chiusa, la messa».

leonardolugaresi

Così dice il mio nipotino Marco, due anni e mezzo e precoci segni di una preoccupante intelligenza, quando lo porto a fare l’altalena e lo scivolo davanti alla nostra parrocchia e vede sbarrate le porte della chiesa. La sua metonimia mi pare centratissima: una chiesa “è” la messa; senza messa, non è niente. Fosse anche un monumento insigne, un “patrimonio dell’umanità” come dicono quelli dell’Unesco, da cristiano mi interesserebbe non più di qualsiasi altro edificio storico. Una chiesa cattolica, anche la più brutta, è invece il luogo più prezioso del mondo solo perché lì si compie il sacrificio di Cristo e anche quando non si celebra la messa c’è quel lumino rosso che attesta che Cristo è presente nel sacramento eucaristico, h24, 7/7, 365 giorni all’anno. Alla domanda: “dov’è Dio?” un cattolico ha molti modi per rispondere, il più diretto dei quali è indicare la chiesa più vicina: “Dio è…

View original post 616 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...