Dalla scuola all’ospedale psichiatrico, per direttissima. A voi sembra normale?

leonardolugaresi

Per come la sappiamo noi – ma il fatto che non siano giunte forti e convincenti smentite è già di per sé indicativo ed inquietante – la vicenda si sarebbe svolta così. Un ragazzo di diciotto anni, studente in una scuola superiore di Fano, si è rifiutato di indossare la mascherina in classe e per protesta si è incatenato al banco. Il sindaco di Fano ha disposto per lui il Trattamento Sanitario Obbligatorio e il ragazzo è stato immediatamente prelevato da scuola e coattivamente rinchiuso nel reparto psichiatrico dell’ospedale di Pesaro, dove resterà presumibilmente fino a mercoledì prossimo, quando scade il limite di sette giorni previsto dalla legge.

Sia ben chiaro: qui non è in questione il torto o la ragione della sua protesta, ma esclusivamente il modo con cui l’autorità pubblica, scolastica prima, sanitaria (il T.S.O. deve essere avallato da due medici) e politica poi, hanno trattato questo ragazzo…

View original post 397 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...