14 israeliani hanno preso il COVID-19 anche dopo la terza dose, alcuni sono stati ricoverati in ospedale

Neovitruvian's Blog

La popolazione di Israele è di recente diventata un cavia per il resto del mondo, dato che è stato il primo paese ad implementare la terza dose su larga scala per gli ultra sessantenni che sono già stati vaccinati. Questo è stato annunciato alla fine di luglio e i primi dati stanno iniziando ad arrivare.

Israele è considerato uno dei paesi con i tassi di vaccinazione più alti del mondo, con 5,3 milioni dei suoi cittadini inoculati con due dosi, e con i giornali che, settimane fa dichiaravano che la nazione aveva raggiunto “l’immunità di gregge” – peccato che il numero di casi, da allora, e’ aumentato esponenzialmente.

E ora sembra che anche il tanto pubblicizzato richiamo per il COVID potrebbe non essere in grado di proteggere: “I dati del Ministero della Sanità interna mostrano che 14 israeliani sono stati infettati da COVID-19 una settimana dopo aver ricevuto il…

View original post 546 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...