The Epstein Files: L’US Bureau of Prisons ha manipolato i fatti per supportare la narrativa del suicidio

Neovitruvian's Blog

I file declassificati sul famigerato pedofilo fanno luce su dettagli molto sospetti

I documenti ottenuti in base alle leggi sulla libertà di informazione dall’unità investigativa di RT includono documenti sorprendenti che rivelano come il Bureau of Prisons (BOP) degli Stati Uniti si sia mosso per chiudere qualsiasi dibattito pubblico sulla causa della morte di Jeffrey Epstein. Lungo la strada, le prove sono state distorte, i fatti materiali ignorati e le anomalie chiave inesplorate e non pubblicizzate.

Dopo essere stato trovato morto nella sua cella al Metropolitan Correctional Center il 10 agosto 2019, i registri mostrano che l’Ufficio ha rilasciato dichiarazioni ai giornalisti e alla famiglia di Epstein affermando categoricamente che si era suicidato. Il risultato è stato che le testate giornalistiche internazionali hanno riferito universalmente e indiscutibilmente che Epstein si era tolto la vita, nonostante il capo medico legale Barbara Sampson non avesse raggiunto alcuna conclusione in quel momento, e…

View original post 1.406 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...