Il Potere Occulto dell’Alta Finanza sul Mondo Moderno (8)~ LE FAMIGLIE CHE DOMINANO IL MONDO ~ Parte Ottava: i Rothschild, i Sassoon e i Kadoorie (1)

don Curzio Nitoglia

IL POTERE OCCULTO DELL’ALTA FINANZA SUL MONDO MODERNO

LE FAMIGLIE CHE DOMINANO IL MONDO

Ottava Parte

I Rothschild, i Sassoon
e i Kadoorie

Introduzione: non solo denaro, ma anche potere

La Casa dei Rothschild non ha mai agito (e non agisce ancor oggi) solo per desiderio di ricchezze materiali, anche se per essa, come per molti altri, “pecunia non olet”; infatti, la volontà di possesso del mondo la domina come impregna pure la sua etnia; per rendersene conto occorre studiare, come abbiamo fatto nello scorso capitolo, non solo la sua storia, ma anche quella dell’Israele immediatamente posteriore alla rivolta del Maccabei contro Antioco Epifane (150 a. C. circa).

In quest’articolo studieremo – nella prima parte – l’ideologia messianistica, che sta alla base della sete di dominio mondialistico da parte del Giudaismo postbiblico e – nella seconda parte – l’entrata dei Rothschild nell’attuale Cina liberista e comunista, come ci…

View original post 9.820 altre parole

IL VERO VOLTO DI VON BALTHASAR (1):  I TRE ARTICOLI DI “SI SI NO NO” (Parte Prima-30/6/2009)

don Curzio Nitoglia

1984: Hans Urs von Balthasar nel suo studio (a Basilea) con Giovanni Paolo II e il cardinale Ratzinger, che si congratulano con lui per aver ricevuto il Premio Paolo VI

Parte Prima
~
(SiSiNoNo del 30/6/2009)


Introduzione

Purtroppo la falsa Nouvelle Théologie di Hans Urs von Balthasar, rilanciata recentemente da don Alessandro Minutella, sta cercando di penetrare e d’inquinare anche l’ambiente cattolico tradizionalista.

Per far fronte a questo errore pernicioso – che nasconde il veleno del modernismo/moderato (balthasariano/ratzingeriano), sotto le apparenze di conservatorismo teologico – ripubblichiamo tre articoli su von Balthasar, apparsi sulla Rivista quindicinale antimodernista “sì sì no no” (www.sisinono.org), nel 2009/2010.

Non è un caso che von Balthasar fosse vicino alla scuola teologica – moderatamente modernista – raggruppatasi attorno alla Rivista Communio che era capitanata da Joseph Ratzinger, Henry de Lubac e Jean Daniélou; mentre Blathasar (come Ratzinger) era in disaccordo accidentale, ossia quanto…

View original post 7.140 altre parole

Perseguitati 340 milioni di cristiani. L’Islam la prima causa

Cristianesimo Cattolico

Presentata ieri l’annuale World Watch List: nel 2020 ci sono stati 340 milioni di cristiani perseguitati a causa della loro fede, 309 milioni in forma molto alta. Aumentato del 60% il numero di cristiani uccisi: da 2.983 a 4.761, una media di 13 al giorno. Arrestati senza processo 4.277 fedeli e 1.710 rapiti. L’Islam rimane la principale matrice di persecuzione. Grave anche il peso di nazionalismo religioso e, specie in Cina, comunismo. Maglia nera ancora la Corea del Nord. E tra i fattori responsabili delle maggiori difficoltà per i cristiani, soprattutto dove sono una minoranza, Open Doors individua il Covid.


View original post 1.026 altre parole

IL VERO VOLTO DI VON BALTHASAR (2):  I TRE ARTICOLI DI “SI SI NO NO” (Parte Seconda-15/9/2009)

don Curzio Nitoglia

1984: Hans Urs von Balthasar nel suo studio (a Basilea) con Giovanni Paolo II e il cardinale Ratzinger, che si congratulano con lui per aver ricevuto il Premio Paolo VI

Parte Seconda

(SiSiNoNo del 15/9/2009)

Introduzione

Purtroppo la falsa Nouvelle Théologie di Hans Urs von Balthasar, rilanciata recentemente da don Alessandro Minutella, sta cercando di penetrare e d’inquinare anche l’ambiente cattolico tradizionalista.

Per far fronte a questo errore pernicioso – che nasconde il veleno del modernismo/moderato (balthasariano/ratzingeriano), sotto le apparenze di conservatorismo teologico – ripubblichiamo tre articoli su von Balthasar, apparsi sulla Rivista quindicinale antimodernista “sì sì no no” (www.sisinono.org), nel 2009/2010.

Non è un caso che von Balthasar fosse vicino alla scuola teologica – moderatamente modernista – raggruppatasi attorno alla Rivista Communio che era capitanata da Joseph Ratzinger, Henry de Lubac e Jean Daniélou; mentre Blathasar (come Ratzinger) era in disaccordo…

View original post 2.276 altre parole

IL VERO VOLTO DI VON BALTHASAR (3):  I TRE ARTICOLI DI “SI SI NO NO” (Parte Terza-30/9/2010)

don Curzio Nitoglia

1984: Hans Urs von Balthasar nel suo studio (a Basilea) con Giovanni Paolo II e il cardinale Ratzinger, che si congratulano con lui per aver ricevuto il Premio Paolo VI

Parte Terza
(SiSiNoNo del 30/9/2010)

Introduzione

Purtroppo la falsa Nouvelle Théologie di Hans Urs von Balthasar, rilanciata recentemente da don Alessandro Minutella, sta cercando di penetrare e d’inquinare anche l’ambiente cattolico tradizionalista.

Per far fronte a questo errore pernicioso – che nasconde il veleno del modernismo/moderato (balthasariano/ratzingeriano), sotto le apparenze di conservatorismo teologico – ripubblichiamo tre articoli su von Balthasar, apparsi sulla Rivista quindicinale antimodernista “sì sì no no” (www.sisinono.org), nel 2009/2010.

Non è un caso che von Balthasar fosse vicino alla scuola teologica – moderatamente modernista – raggruppatasi attorno alla Rivista Communio che era capitanata da Joseph Ratzinger, Henry de Lubac e Jean Daniélou; mentre Blathasar (come Ratzinger) era in disaccordo…

View original post 9.361 altre parole

Media orwelliani: “Cari lettori, state utilizzando la parola “orwelliano” nella maniera sbagliata”

Questi dem disonesti, pedofili e bastardi dentro che si sentono i padroni del mondo mi fanno schifo anche quando riescono a rendersi ridicoli.

Neovitruvian's Blog

Lamentarsi per l’intrusione autoritaria del governo nella propria vita o per la riscrittura surrettizia della storia non si qualifica più come “orwelliano”, secondo un articolo che ironicamente incarna il concetto nel tentativo di ridefinirlo.

L’agenzia di stampa USA Today è riuscita a personificare il termine “orwelliano” nel suo articolo profondamente condiscendente che rimprovera i lettori di “aver usato il termine “orwelliano” in modo sbagliato”. Pubblicato lunedì, il pezzo fa di tutto per svergognare coloro che sono insicuri sul loro vocabolario suggerendo che il termine “orwelliano” può essere usato correttamente solo dai liberali. “È probabile che tu abbia visto il nome di George Orwell postato alla rinfusa nei social media la scorsa settimana, sia dai conservatori che invocano il suo nome con sincerità o dai liberali che prendono in giro i conservatori per il suo uso improprio”, l’articolo inizia dando le basi per annullare ogni uso del termine da parte di…

View original post 446 altre parole

L’Unione Europea da l’ok al consumo di vermi

Che schifo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Sembra impossibile

Neovitruvian's Blog

“È probabile che si verifichino reazioni allergiche”

L’UE ha ufficialmente approvato la vendita di vermi come cibo che puo` essere consumato dagli esseri umani.

L’annuncio, fatto mercoledì dall’agenzia per la sicurezza alimentare dell’UE, afferma in particolare che i vermi della farina essiccati, le larve dei coleotteri, sono sicuri da mangiare per gli esseri umani, nonostante il rapporto abbia anche notato che “è probabile che si verifichino reazioni allergiche”. Il rapporto afferma inoltre che finché i vermi della farina non mangiano nulla per almeno 24 ore prima dell’uccisione, dovrebbero essere sicuri per le persone. Il rapporto aggiunge che gli insetti devono essere bolliti “per eliminare potenziali agenti patogeni e ridurre o uccidere i batteri”. La sentenza significherà che i vermi possono essere macinati e utilizzati negli alimenti, come pasta e biscotti, come fonti di proteine, purché i paesi membri nazionali concordino con l’autorizzazione. Ermolaos Ververis, un funzionario scientifico dell’unità nutrizionale…

View original post 88 altre parole

Dio non fa “didattica a distanza”. (#Dante, Purgatorio, canto X, vv. 94-96)

leonardolugaresi

Non abbiamo detto ancora abbastanza sul metodo delle tre lezioni sull’umiltà, che è strepitoso. Dopo aver premesso che l’arte di quelle tre scene ad altorilievo che contempla sulla parete della prima cornice è tale che non solo Policleto ma la natura stessa «ne avrebbe scorno», Dante insiste a più riprese sull’effetto sconvolgente che esse provocano su di lui. Si tratta di un vero e proprio conflitto cognitivo: «[L’angel] dinanzi a noi pareva sì verace / quivi intagliato in un atto soave, / che non sembiava imagine che tace. // Giurato si saria ch’el dicesse / […] e avea in atto impressa esta favella […]» (vv. 37-43); e poi: «a’ due mie’ sensi / facea dir l’un ‘No’, l’altro ‘Sì, canta’. // Similmente al fummo de li ‘ncensi / che v’era imaginato, li occhi e ‘l naso / e al sì e al no dicordi fensi» (vv. 59-63); e ancora:…

View original post 1.358 altre parole